call me: +39 347 0614501

“重庆森林” – “Chungking Express”, l’amore ai tempi delle metropoli [Visioni]

23 maggio 2011 Post Comment

Attraverso questo film romantico Wong Kar Wai racconta la vita dei protagonisti, il loro rapporto con l’amore. Rapporti segnati dalle peculiarità dei suoi personaggi, che hanno in comune il vivere nella caotica e spersonalizzante Hong Kong.

Il film entra nelle solitudini dei personaggi,  nelle loro case, attraverso un’osservazione attenta dei  momenti più intimi e delicati, dove la camera fissa è utilizzata per restituirci lo spessore di ogni personaggio, con i propri silenzi, i propri monologhi e i propri smarrimenti. La scoperta dell’umanità di ognuno, un’umanità tanto dolce e bisognosa d’affetto, quanto frustrata da un mondo che opprime nella sua caoticità, e sembra non lasciar spazio per esprimersi ed esprimere le proprie emozioni, senza soprattutto riuscirle a condividere con l’altro.

Il regista mostra con abilità e saggezza il contrasto tra il mondo interiore dei personaggi e quello esterno del quartiere Chungking, con un sapiente uso della videocamera, che resta fissa durante i monologhi  e i momenti piu intimi. Mentre per le riprese in esterno, e quelle più dinamiche, sceglie per lo più l’uso della camera a spalla in modo tale da restituire il caos da cui sono circondati i protagonisti; un caos che non lascia spazio nè alle personalità dei singoli, nè alla luce del sole, alla luce degli spazi aperti: anche durante le riprese esterne è difficile cogliere la sensazione di spazio aperto, mentre èsempre presente la sensazione claustrofobica, di chiusura, di un cielo che anche se inquadrato non lascia aria.

Ogni personaggio è presentato con i suoi pregi e i suoi difetti, con le sue manie e ossessioni che aiutano a capire il bisogno di amore di ognuno, espresso in maniera tanto peculiare da riuscire a spiazzare ogni aspettativa.
Inoltre la scelta e la capacità di Wong di accostare la violenza a piccoli dettagli e comportamenti, all’apparenza insignificanti, lasciano scorgere le caratteristiche più umane in ogni persona, fino a trovare nei personaggi più inaspettati, come una killer o un poliziotto, gli aspetti più sensibili e commuoventi, come farà poi anche nel film successivo “Fallen Angels”.


Il film restituisce l’unicità e la profondità di ogni persona, in contrasto con un mondo tanto caotico quanto omologante. E’ nella stile e nella poetica di Wong che tale contraddizione trova un’armonia che va oltre la solitudine del singolo per esprimere la bellezza dell’incontro tra mondi differenti. Tecnicamente il regista trova la realizzazione filmica più significativa, con lo step freming, che consente di isolare un singolo personaggio dalla scena che gli ruota intorno ad una velocità molto più ampia, proprio a sottolinare l’individualità del singolo sperduto nella metropoli.  Ma dove l’individuo non rinuncia e non può rinunciare a riempire di significato e d’amore ogni singolo gesto.

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=ypKolAJ13d8

http://mondinuovi.wordpress.com/2011/05/23/重庆森林-chungking-express-lamore-ai-tempi-delle-metropoli/
« Back


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *